English English
Contattore CC ad alta tensione Gigavac GVB35

Il nuovo Gigavac GVB35 è un contattore di potenza ermetico (grado IP67), di piccole dimensioni e dal costo contenuto...

Gigavac dal 2002 è cresciuta fino a diventare azienda leader a livello mondiale nel settore della commutazione di potenze elettriche elevate con tensioni nell’ordine dei 1000Vdc grazie alla qualità, affidabilità e innovazione tecnologica dei prodotti. Il nuovo Gigavac GVB35 è un contattore di potenza ermetico (grado IP67), di piccole dimensioni e dal costo contenuto e soprattutto con la capacità di gestire una corrente nominale di 500A in modo bidirezionale fino a 1000VDC

La sua capsula ermetica riempita di gas offre una resistenza inferiore rispetto agli interruttori non ermetici con conseguente maggiore efficienza e minore generazione di calore. Offre grande libertà e facilità d’installazione in quanto può essere montato in qualsiasi orientamento e posizione così come in prossimità di altre apparecchiature.

Il range di applicazione dei contattori della serie di GV di Gigavac e in particolare del GVB35 è molto ampio: ideale ad esempio per disconnettere pacchi batterie di ogni tipo (fino a 1000V) oppure per sezionare le stringhe in un impianto a pannelli solari, oppure nei caricabatterie rapidi delle auto elettriche, nei veicoli elettrici da lavoro (muletti, veicoli pesanti o da trasporto) oppure nelle barche elettriche e ibride.

Principali punti di forza

  • Il gas all'interno della capsula inibisce la propagazione della fiamma e consente un’elevata capacità d’interruzione impedendo l’ossidazione.
  • Grande velocità di raffreddamento.
  • Bobine DC con doppio avvolgimento ad alta efficienza
  • Basso consumo elettrico continuativo sia a 12, 24, o 48 VDC senza emissioni EMI o interferenze con il circuito interno di pilotaggio dell’alimentazione (PWM). Ideale per sistemi alimentati a batteria e ovunque siano richieste basse correnti
  • Sistema integrato di soppressione dell'arco
  • Data l’ermeticità dei contatti, risulta un componente ottimale per ogni veicolo ATEX

Bobine, circuiti di pilotaggio ed economizzatore

Dato che la potenza necessaria a chiudere i contatti è maggiore rispetto alla potenza di tenuta, i contattori GIGAVAC della serie GV sono realizzati con bobine a doppio avvolgimento realizzando un funzionamento con economizzatore. L’economizzatore lascia la piena potenza alla bobina durante la commutazione, ma poi riduce la potenza a soli 1,7 W a 12V cc per il mantenimento, minimizzando il consumo di energia della bobina e il suo relativo riscaldamento.

Tipi di carico e raccomandazioni sulla commutazione di potenza

In generale, tutti i contattori serie GV sono progettati per il collegamento e l’interruzione di carichi resistivi e carichi leggermente induttivi. Correnti elevate (fino a 2000A) possono essere interrotte in caso di guasti del circuito, ma possono essere mantenute in modo continuativo fino a 500_A attraverso i contatti chiusi.
Considerazioni importanti in situazioni particolari:

  • Picchi di corrente dovuti a chiusura condensatori scarichi.
    I condensatori di una certa capacità vanno sempre precaricati per evitare l’erosione del contatto e saldature indesiderate. In fase di commutazione, cercare di Mantenere il picco di corrente al di sotto di 650 A in ogni momento. Fare attenzione anche quando si considerano altri carichi con spunti elevati, come lampade o motori.
  • Picchi Elevati di corrente a contatti chiusi.
    Valori di corrente superiori a 3000A attraverso i contatti chiusi possono talvolta causare punti di saldatura
  • Induttanza del circuito.
    L’arco elettrico nel contattore generalmente dura quanto basta per dissipare l’energia induttiva del carico. Archi più lunghi a causa di induttanza elevata del circuito possono accelerare l’usura dei contatti e, in casi estremi, possono causare il guasto del contattore. La vita del contattore varia in funzione del livello della potenza commutata. Le interruzioni di corrente molto elevate tendono ad erodere più rapidamente i materiali di contatto accelerando la perdita di resistenza dielettrica a contatti aperti.

Dimensioni consigliate del conduttore per il trasporto di corrente continua

Nel caso di un contattore posizionato in linea con i conduttori, è importante verificare che le dimensioni del cavo elettrico siano adeguate, in modo che i terminali del contattore non si surriscaldino, limitandone il tempo di servizio ad una determinata corrente. Essenzialmente, la dissipazione del calore dai terminali avviene attraverso i conduttori stessi. La temperatura massima raccomandata del terminale di alimentazione per i contattori serie GV è di 125° C in continuo e di 175° C per la serie con tecnologia EPIC. Per definire la corretta sezione dei cavi è necessario tenere conto della corrente e della lunghezza del cavo.

Potete chiedere in qualunque momento il nostro supporto per una corretta scelta dei componenti.